LA CASA DI THOMAS BERNHARD 

Nei primi anni Sessanta Thomas Bernhard decide di andare a vivere in campagna, in una casa di proprietà, e acquista così un casolare contadino vecchio di più di cinquecento anni. Questa casa, e il paesaggio che la circonda, costituiscono una testimonianza tangibile della vita e della evoluzione interiore di Thomas Bernhard. Nello stato attuale la casa è il frutto di quindici anni di lavori di ristrutturazione, coincidenti con una fase artistica particolarmente produttiva dello scrittore. Il paesaggio e i personaggi soprattutto delle prime opere in prosa riconducono a questo contesto. Nei primi anni del suo soggiorno, Thomas Bernhard, in uno stato di salute ancora accettabile, si è pienamente identificato con il progetto della casa, mettendovi mano in prima persona, curando ogni dettaglio e controllando il procedere dei lavori. Nel periodo, durato oltre dieci anni, di cattiva salute, non gli è stato più possibile seguire la casa con continuità e vivervi, come soleva fare, preferibilmente da solo, e si è dovuto limitare a controllare che tutto continuasse ad essere come lui desiderava. È espresso desiderio dello scrittore che la casa venga ora mantenuta nello stato in cui l' aveva lasciata. 

DESCRIZIONE GENERALE DELL'EDIFICIO

La casa di Thomas Bernhard è un tipico casolare della zona del Traun. Il nome originario, risalente al secolo XV, era "Oberhub", o "Bauer zu Narthal". A nord-ovest dell'edificio si trovano il frutteto, dei prati e una superficie boschiva, oltre ad un ripostiglio per gli attrezzi. L'orto e le stalle per buoi, cavalli e maiali dopo la ristrutturazione hanno perso la loro funzione originaria, mantenendo però dimensioni e contenuto rispettivo. A sinistra dell'ingresso al cortile vi era una scala di legno, ora asportata, che conduceva al fienile, al posto del quale adesso vi sono due stanze in legno, arredate in modo essenziale. Mantiene la sua funzione, e una temperatura costante in tutte le stagioni la cantina a volta con pavimento in terra e fango. Al di sopra della cantina viene custodita la legna che d'inverno alimenta le sette stufe della casa. Una parte dell'abitazione al pianterreno, con soffitto a volta e forno, era adibita alla preparazione del mangime per i maiali; un'altra parte fungeva da stalla per i cavalli. Il piano superiore è stato costruito in due fasi, la prima includente camera da letto, bagno, cucinino e solaio, e la seconda due salotti e il granaio. Thomas Bernhard stesso ha curato la suddivisione dell'edificio, ne ha progettati l'illuminazione, comprese le lampade a stelo e da tavolo, le aste delle tende, il guardaroba e varie altre cose. I quadri e le stampe alle pareti, nonché l'intero arredamento, sono stati scelti personalmente dallo scrittore, in patte acquistati durante i suoi viaggi, in parte ricevuti in regalo.  (indirizzo ed orario delle visite)

 

Pianta del piano terra 
(si possono 'visitare' le stanze 1-2-3 - 4 -5  cliccando)

1 - Ingresso
2 - Cucina
3 - Salotto
4 - Sala da tè
5 - Sala da pranzo

Pianta del primo piano 
(si possono 'visitare' le stanze 5 - 6 cliccando)

1 - Sala d'accesso
2 - Camera degli ospiti
3 - Sala della televisione
5 - Camera da letto dello scrittore
6 - Biblioteca 

Casa di Thomas Bernhard 

Obernathal 2, A-4694 Ohlsdorf (vicino a Gmunden, Alta Austria) 
Orari di apertura: da Pasqua al 31 ottobre sabato, domenica e giorni festivi 14.00 - 18.00 e secondo appuntamento telefonico 
tel.: +43 - (0)7612 - 47 181 
tel., fax: +43 - (0)7612 - 47 013 
e-mail: bernhardhaus@thomasbernhard.at 

La visita è guidata. Non sono ammesse visite senza guida. 
Il prezzo per l' ingresso è di € 8,80 (scolari e studenti pagano la metà, per i membri della Società Internazionale Thomas Bernhard l'entrata è gratuita). 

 

Ritorna alla pagina precedente